Libro Soci online

Terzo Settore: bandi del 2020
Terzo Settore: bandi del 2020
21 Luglio 2020
Fatturazione elettronica: non solo obbligo ma anche opportunità
Fatturazione elettronica: non solo obbligo ma anche opportunità
16 Settembre 2020
libro soci

gestionale per associazioni

La riforma del terzo settore rende obbligatoria la tenuta del Libro dei Verbali del Consiglio Direttivo, Libro dei Verbali dell’Assemblea dei Soci ed il Libro Soci. Oltre alle scritture contabili e al registro dei volontari, gli enti del terzo settore devono tenere e aggiornare questi importanti documenti.
Questi libri servono agli associati per seguire e controllare la vita dell’ente e a fornire la prova che la vita associativa (Sent. CTP di Pisa n. 8/2011 secondo cui “la formale appartenenza all’associazione e la apparente regolarità statutaria non è di per sé sufficiente all’ammissione al regime fiscale agevolato).

É obbligatorio quindi, con poche variazioni a seconda dello Statuto, che il nuovo Socio deve compilare una Domanda di Ammissione, il Consiglio Direttivo deve valutare e accettare/respingere la domanda e i dati del socio devono essere immediatamente riportati nel Libro Soci (Nome, Cognome, Qualifica, Data di nascita, Residenza, Data di ammissione, Regolarità nel pagamento della quota, ecc.).

Il Libro Soci deve essere aggiornato, reale e mantenuto (datato) nella Associazione.

Gli associati o gli aderenti hanno diritto di esaminare i libri sociali, secondo le modalità previste dall’Atto Costitutivo o dallo Statuto.

Oltre ai libri sociali sono le tante le scritture previste dal codice come obbligatorie:

    • il registro dei volontari, in cui sono iscritti tutti i volontari non occasionali;
    • le scritture contabili e relative al bilancio;
    • il bilancio di esercizio formato dallo stato patrimoniale, dal rendiconto gestionale, con l’indicazione dei proventi e degli oneri dell’ente, e dalla relazione di missione che illustra le poste di bilancio, l’andamento economico e gestionale dell’ente e le modalità di perseguimento delle finalità statutarie;
    • nel caso degli enti del terzo settore che esercitano la propria attività esclusivamente o principalmente in forma di impresa commerciale, il libro giornale e il libro degli inventari, nonché le altre scritture richieste dalla natura e dalle dimensioni dell’associazione;
    • il bilancio sociale, nel caso degli enti del terzo settore con ricavi, rendite, proventi o entrate comunque denominate superiori ad 1 milione di euro.

Un vero e proprio lavoro certosino che fortunatamente oggi è possibile fare direttamente online!
Hydra, il gestionale per associazioni, infatti contiene già tutti gli elementi per strutturare, attivare e aggiornare, direttamente in cloud, tutto rispettando gli obblighi di legge imposti dalla nuova riforma del terzo settore.
Tesseramento, documenti, libri sociali, newsletter, fino ad un vero e proprio sportello on line!
Richiedi una demo, cosa aspetti!

Foto di bongkarn thanyakij da Pexels

Richiedi una demo!